Studio Professionale: crescere con l’avviso 1/2020 Fondoprofessioni

studio professionale

Fondoprofessioni propone un interessante Avviso per finanziare la formazione dei lavoratori e che coinvolge, direttamente, tutti gli Studi Professionali aderenti al Fondo.

L’obiettivo di questo Avviso è infatti quello di valorizzare il ruolo dello Studio Professionale, a cui viene attribuito il compito centrale di soddisfare i bisogni formativi degli altri Studi professionali e delle Aziende clienti.

Vediamo come funziona in dettaglio l’Avviso 1/2020.

 

 

Il ruolo dello Studio Professionale

Lo Studio dovrà analizzare ed individuare il fabbisogno formativo dei propri clienti e, in collaborazione con un Ente Attuatore, predisporre la richiesta di finanziamento per i corsi o attività formative necessari.

Lo Studio si occupa anche delle docenze nei singoli corsi finanziati dal Fondo.

 

Chi è l'Ente Attuatore?

L’Ente attuatore è una struttura accreditata presso il Fondo, cui spetta, in collaborazione con lo Studio Professionale, l’attività di analisi del fabbisogno, oltre alla trasmissione, gestione, realizzazione e rendicontazione del piano formativo.

All’Ente attuatore fa, quindi, capo la gestione economica e la rendicontazione del piano formativo.

 

Chi sono i destinatari del finanziamento?

I piani formativi sono rivolti unicamente agli Studi professionali/Aziende in regola con l’iscrizione e il versamento a Fondoprofessioni.

 

Quali sono gli importi finanziabili?

Il contributo per ogni singolo piano formativo sarà al massimo di Euro 30.000,00.

Gli importi sono comprensivi di IVA e di ogni altro onere/imposta, se dovuti.

 

E' possibile finanziare la formazione obbligatoria?

Il Regolamento n. 651/2014 esclude la possibilità di finanziare la formazione obbligatoria per legge, ovvero gli interventi finalizzati a conformarsi alla normativa nazionale

Gli Studi Professionali e le società tra professionisti quindi non possono partecipare ai piani formativi in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, privacy e antiriciclaggio.

Per tali ambiti tematici, i soggetti interessati possono, invece, rivolgersi ad Ebipro (Ente bilaterale degli Studi professionali) per la richiesta dei rimborsi, secondo le modalità pubblicate sul sito www.ebipro.it.

 

Quando presentare le richieste di finanziamento?

Il prossimo sportello per presentare le domande sarà aperto da lunedì 06/07/2020 a venerdì 31/07/2020, alle ore 17.

La documentazione da caricare sulla piattaforma di Fondoprofessioni è la seguente:

– Domanda di finanziamento, timbrata e sottoscritta dal rappresentante legale dell’Ente proponente;
– Documento d’identità del rappresentante legale dell’Ente proponente;
– Verbale di accordo sottoscritto, per la condivisione del piano formativo con le Parti sociali;
– Certificato di attribuzione della Partita Iva dell’Ente proponente.