Fondi Interprofessionali

Finanziare la formazione con i Fondi Interprofessionali

La formazione è fondamentale in qualsiasi contesto organizzativo:

  • dà valore alle persone
  • rende le aziende più competitive
  • permette di mantenere alto il livello di competenza e garantire prestazioni efficaci.

E’ il capitale umano il valore più importante di una impresa ed è lo “strumento” principale che i manager hanno a disposizione per la crescita aziendale.

Un’opportunità per le aziende ma anche per i professionisti che credono nella formazione come strumento strategico, arriva dai Fondi Interprofessionali.

Con i Fondi Interprofessionali, istituiti dall’art. 118 della L. 388/2000, è possibile infatti trasformare un costo obbligatorio, il contributo dello 0,30% da versare dell’INPS, in un beneficio per finanziare corsi aziendali, master e seminari.

Dal 2003, le aziende possono infatti scegliere di destinare lo «0,30%» all’INPS o ad un Fondo Interprofessionale. Il versamento di questo contributo è comunque obbligatorio. Per cui, se non si aderisce a nessun Fondo, il contributo continua, in ogni caso, ad essere versato all’INPS.

fondi interprofessionali

Cosa facciamo per le imprese e i professionisti che vogliono finanziare la formazione

Ci occupiamo dell’intero processo di gestione dei Fondi Interprofessionali sia per le aziende che per i professionisti. 

Operiamo su tutti i principali Fondi Interprofessionali attraverso una assistenza completa che parte dall’analisi delle caratteristiche dell’impresa e delle sue esigenze formative. 

Ecco cosa facciamo:

  1. Analisi del fabbisogno formativo aziendale
  2. Ricerca delle migliori opportunità di finanziamento
  3. Predisposizione e presentazione delle istruttorie di finanziamento
  4. Progettazione ed erogazione dei corsi di formazione
  5. Redazione della reportistica richiesta dal fondo 
  6. Gestione della rendicontazione

Cosa facciamo per le aziende che non aderiscono ad un fondo interprofessionale o che vogliono cambiarlo

L’adesione ad un Fondo Interprofessionale è assolutamente gratuita.

Aderire ad un Fondo significa “riappropriarsi” del contributo che l’azienda versa all’INPS per ogni suo dipendente e utilizzarlo per finanziare i corsi di formazione.

Ma scegliere il Fondo Interprofessionale più idoneo alle esigenze aziendali non è facile. Attualmente esistono ben 19 Fondi Interprofessionali che operano con proprie regole e offrono opportunità diverse ai propri iscritti.

Per questo, Quec offre una consulenza completa e gratuita, sulle procedure da seguire per aderire prima e gestire poi, nel modo più efficace, il Fondo scelto.

Ecco cosa facciamo:

  1. Analisi per individuare i Fondi più in linea con le esigenze aziendali
  2. Verifica sulle linee di finanziamento disponibili e modalità di assegnazione
  3. Analisi comparativa su una short list di Fondi potenzialmente interessanti
  4. Supporto per l’adesione e per la “portabilità” delle risorse

Se desideri parlare con noi

Telefono

0583 975085 - 0583 975059

Mail

fondi@quec.net

Compila il nostro form

Per scoprire come finanziare tutti i tuoi progetti di formazione​

In Evidenza

FondItalia

Fondo Interprofessionale costituito da FederTerziario e Confederazione Sindacale UGL e rivolto a tutti i settori economici.

Fondoprofessioni

Fondo Interprofessionale, costituito da Confprofessioni, Confedertecnica, Cipa e CGIL, CISL,  UIL, per gli Studi professionali e le aziende collegate.

I fondi Interprofessionali

Il Fondo Interprofessionale di CONFINDUSTRIA, CGIL, CISL, UIL per finanziare la formazione aziendale  e per accrescere le competenze, il business e l’occupazione, la qualità del lavoro.

Il Fondo Interprofessionale di AGCI, Confcooperative, Confederazione Cooperative Italiane, di Legacoop  e di CGIL, CISL e UIL.

Il Fondo Interprofessionale costituito da CONFAPI, CGIL, CISL, UIL  per promuovere la formazione nelle PICCOLE e MEDIE IMPRESE.

Il Fondo Inteprofessionale rivolto alle imprese dei settori commercio, turismo, servizi, logistica, spedizioni, trasporti.

Il Fondo Interprofessionale di Confservizi, Confederazione dei Servizi Pubblici Locali Asstra, Federambiente, Federutility e CGIL, CISL E UIL.