Bonus Formazione 4.0

Credito di imposta per accrescere le competenze dei lavoratori per Piano Industria 4.0

Questo incentivo vuole stimolare gli investimenti delle imprese nella formazione del personale sulle materie aventi ad oggetto le tecnologie rilevanti per la trasformazione tecnologica e digitale.

Riguarda quindi le spese di formazione del personale dipendente finalizzate alla acquisizione o al consolidamento delle competenze previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0.

 

Come funziona il bonus formazione 4.0

Le spese relative al personale dipendente, impegnato nelle attività di formazione ammissibili,  danno diritto ad un credito, limitatamente al costo aziendale riferito alle ore o alle giornate di formazione.

La percentuale di credito è distribuita come segue:
– 50% delle spese ammissibili e nel limite massimo annuale di €. 300,000 per le piccole imprese;
– 40% delle spese ammissibili nel limite massimo annuale di €. 250,000 per le medie imprese;
– 30% delle spese ammissibili nel limite massimo annuale di €. 250,000 le grandi imprese.

Nel caso in cui, però, i destinatari delle attività di formazione siano svantaggiati o molto svantaggiati, il credito di imposta sale al 60%.

Il vantaggio del bonus

Grazie al bonus è possibile utilizzare il credito maturato in compensazione, a decorrere dal periodo di imposta successivo a quello in cui sono state sostenute le spese. Non è possibile cedere il credito o utilizzarlo all’interno del consolidato fiscale.

Contattaci

    Compila il modulo di contatto o chiama il n. 0583.975085 per ricevere più informazioni.







    Vuoi essere aggiornato su contenuti, iniziative, eventi, corsi in partenza (consenso facoltativo)?

    I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

    Con le modifiche introdotte a fine 2020, rientrano ora nel beneficio le spese relative ai formatori per le ore di partecipazione alla formazione, i costi connessi al progetto, i costi di servizi di consulenza connessi al progetto di formazione, le spese di personale relative ai partecipanti alla formazione e le spese generali indirette.

    Possono usufruire di questo credito, tutte le imprese che hanno residenza nel territorio italiano, comprese le organizzazioni stabili di soggetti non residenti.

    Non rilevano la natura giuridica, il settore economico, le dimensioni, il regime contabile o il sistema di determinazione  del reddito ai fini fiscali.

    L’attività formativa ha obiettivi precisi e cioè deve essere svolta per per acquisire o
    consolidare le conoscenze delle tecnologie previste dal Piano nazionale Industria
    4.0.

    Per questo la formazione dovrà essere incentrata su temi specifici quali:

    • big data e analisi dei dati,
    • cloud,
    • fog computing,
    • cyber security,
    • sistemi cyber-fisici,
    • prototipazione rapida,
    • sistemi di visualizzazione e realtà aumentata,
    • robotica avanzata e collaborativa,
    • interfaccia uomo macchina,
    • manifattura additiva,
    • internet delle cose e delle macchine e integrazione digitale dei processi aziendali.

    Sono invece escluse dal beneficio, le attività di formazione, ordinaria o periodica, in materia di salute e sicurezza sul lavoro e di protezione dell’ambiente o, comunque, tutte le attività di formazione obbligatoria.