Come Facilitare la Risoluzione dei Conflitti Interni in Azienda

Come Facilitare la Risoluzione dei Conflitti Interni in Azienda

conflitto azienda

Abbiamo rivolto alcune domande a Stefano Innocenti, Psicologo del Lavoro che si occupa di formazione e selezione del personale, per capire le dinamiche dei conflitti in azienda e come facilitarne la risoluzione.

Esistono semplici regole per prevenire i conflitti in azienda?

S. Innocenti . Conflitti in azienda

Stefano Innocenti, Psicologo del Lavoro

Si. Forse più semplici di quanto si possa immaginare.
Sono regole che si riconducono a un unico concetto: comunicare. La semplificazione non deve sembrare banale; dentro il termine “comunicare” c’è molto, come:

  • la necessità di confronto, sulle inevitabili differenze;
  • la necessità per i leader di dare feedback ben strutturati: quindi riconoscere i meriti ma anche riprendere quando ci sono mancanze. Significa criticare con criterio, ovvero far notare i comportamenti non ritenuti opportuni per l’azienda, non criticare la persona.

La prevenzione dei conflitti diventa strategica per l’azienda. Perché se si accumulano tanti elementi d’attrito non detti e lasciar correre, questi tornano in altre forme e modalità. Alla fine, diventeranno come dei dossi, che renderanno difficile la collaborazione e incideranno sulla produttività.

 

Per minimizzare i conflitti, puoi darci idee per migliorare alcuni mezzi di comunicazione in azienda?

Mi vengono in mente due casi abbastanza ricorrenti.

L’uso dell’email

Ogni azienda potrebbe formare i suoi collaboratori ad un miglior uso dell’email. Perché la maggioranza della comunicazione interna oggi avviene per posta elettronica, anche tra colleghi della stessa sala. Ho sentito spesso dire “Ma io l’email al collega gliel’ho scritta”, senza preoccuparsi di un follow-up o di una scrittura concisa e chiara del testo. Senza questi due elementi, un’email rischia o di non esser letta o di innescare un ping-pong di domande, risposte, incomprensioni, con tempi operativi che si allungano.

Riunioni

Credo si possa fare molto per ottimizzare la comunicazione nelle riunioni. Questo si traduce in un’ottimizzazione del tempo (buona parte del tempo previsto per una riunione va solitamente sprecato), una maggior chiarezza di obbiettivi e di ruoli.

Così, per la riunione aziendale, sarà utile condividere ai partecipanti un chiaro ordine del giorno, in anticipo, ed invitarli a riguardare sia i dati in discussione sia cosa è stato detto in precedenza. Questo eviterà lunghi “cappelli” introduttivi nella nuova riunione e una propensione ad attenersi agli obbiettivi dell’incontro.

Perché, in questi contesti, la divagazione è una possibile causa di attrito. Ed una miglior gestione del tempo creerà opportunità di incontri individuali chiarificatori.

 

Grazie, Stefano. Buon lavoro e alla prossima.


Per approfondire la comunicazione per la risoluzione di conflitti aziendali, entra in contatto con il nostro team.
Saremo lieti di accompagnare la sua azienda a crescere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *