Nuovi Finanziamenti per Innovazione Tecnologica per aziende dalla Regione Toscana

finanziamenti fondo perduto

Gli avvisi riguarderanno diverse tipologie di intervento. Sono di prossima pubblicazione ed in questo articolo approfondiamo l’avviso “Microinnovazione Digitale Delle Imprese”.

Microinnovazione Digitale Delle Imprese: a chi è rivolto?

Alle micro, piccole e medie imprese ed ai professionisti colpiti dalla pandemia COVID19 che acquisiscono servizi innovativi di supporto ai processi di trasformazione digitale delle imprese, e che hanno sede nel territorio della Regione Toscana.

Quali servizi sono inclusi?

Innanzitutto si tratta di servizi. Quindi non di beni, di attrezzature di produzione, DPI ecc. (per questo la Regione Toscana ha previsto un bando apposito). 

Le tipologie di servizi sono indicate nel Catalogo dei Servizi Avanzati della Regione Toscana.

I servizi devono riferirsi ad almeno una delle seguenti attività:

  • Servizi di consulenza in materia di innovazione e canoni d’uso di piattaforme software;
  • Servizi di sostegno all’innovazione compreso canoni per piattaforme software;
  • Acquisizione di personale altamente qualificato.

Ad esempio, alcuni dei servizi previsti dall’avviso sono quelli legati alla certificazione avanzata delle imprese. Ad esempio la costruzione di sistemi di gestione integrati, che comprendano cioè più standard diversi come Qualità, Sicurezza, Ambiente, Etica ecc.

Oppure possono essere realizzati servizi di supporto allo sviluppo di reti distributive o alla gestione dei fornitori ecc.

A quanto ammonta il finanziamento?

Il progetto deve avere un importo compreso tra €7.500 e €100.000.

A seconda della tipologia di azienda e di servizio acquisito la parte a fondo perduto può andare dal 30% al 70%, con la possibilità di un ulteriore 20% in particolari circostanze.

Facciamo un esempio

Una piccola azienda che voglia acquisire servizi relativi al Supporto alla certificazione avanzata potrà avere un finanziamento massimo di €25.000, ed un contributo pari al 40%.

Nel caso in cui costruisca un sistema di gestione integrato (cioè composto da più sistemi integrati tra loro, ad esempio ISO9001 per la qualità e ISO45001 per la sicurezza) il contributo sale fino al 60%.

Nel concreto, se il costo a mercato fosse pari a €15.000, l’azienda risparmierebbe in questo ultimo caso ben €9.000.

Inoltre sono ammissibili i costi sostenuti a partire dal 1 febbraio 2020.

Devo anticipare tutti i soldi?

Gli importi vengono solitamente erogati sotto forma di voucher.

In pratica l’azienda beneficiaria paga la propria parte al fornitore, che poi riceverà la parte restante dalla Regione Toscana, diminuendo in questo modo anche l’esposizione finanziaria.

Si può richiedere un anticipo pari al 40% dell’importo totale (con fidejussione) o procedere con SAL (stato avanzamento lavori), e quindi con diversi pagamenti (ad esempio il primo al 30% del lavoro, il secondo al 60% e poi a saldo), o infine con il saldo totale al termine dell’attività.

L’azienda può anche decidere di anticipare l’intero costo e farsi rimborsare la quota ammessa a finanziamento.

Innovazione tecnologica: come posso ottenere il finanziamento?

In breve tempo uscirà il documento definitivo con tutte le indicazioni tecniche necessarie.

Occorre innanzitutto avere un progetto ben definito per la propria azienda, sul quale poi richiedere il finanziamento.

Siamo a disposizione per una analisi, anche in collaborazione con vostri fornitori di fiducia, allo scopo di valutare la fattibilità del progetto.

Mettiamo a disposizione inoltre i nostri servizi per la successiva fase di progettazione, presentazione della istanza, follow up e supporto alla rendicontazione.

Fino alla chiusura del progetto.