Finanziamenti alle imprese, 3 consigli per avere successo

finanziamenti alle imprese

I finanziamenti sono un’ottima soluzione per chi vuole fare impresa, ma occorre essere pronti. Perché essere pronti per usufruire delle migliori opportunità, non vale solo quando si tratta dei saldi o delle promozioni online. Ma anche quando si parla di finanza agevolata.

Sembra uno strano accostamento ma funziona proprio così.
Ci sono molti bandi, nazionali o regionali, che finanziano i principali temi cari sia alle imprese che ai professionisti: innovazione tecnologica, miglioramento organizzativo, marchi e brevetti, sistemi di gestione. Anche per progetti importanti e per cifre altrettanto importanti.

Questo, ovviamente, fa sì che siano molti gli interessati a fare richiesta. E che le richieste aumentino ancora di più quando si tratta di finanziamenti a fondo perduto.

Per cui spesso il momento in cui il finanziamento è disponibile è veramente breve.

Qual è allora la strada giusta da seguire per garantirsi un finanziamento?

 

3 consigli utili

Proviamo a dare 3 consigli molto semplici (e forse ovvi) ma che, spesso, non vengono ascoltati.

1 – Non scoraggiarsi.

Non pensare di lasciar perdere se il progetto non rientra tra quelli finanziabili perché il bando viene sospeso o chiuso, magari per esaurimento dei fondi disponibili.
Per esperienza, possiamo dire che spesso i bandi più importanti vengono rifinanziati per poter così concludere le domande rimaste inevase.
Quindi se il progetto è finanziabile ma non finanziato, ci sono molte probabilità di avere comunque successo.
Può accadere anche che venga aperto un nuovo bando, con forti analogie con quello chiuso precedentemente, per cui è possibile adeguare e ripresentare la domanda già fatta.
Quindi è importante rimanere aggiornati ed informati perché spesso la chiusura del bando scelto non significa automaticamente la fine delle opportunità.

 

2 – Avere le idee chiare e un progetto ben definito.

Al momento della stesura del progetto, occorre definire bene i contenuti, gli argomenti e le finalità. Per non perdere tempo o avere ripensamenti dopo l’apertura del bando.
Alla apertura delle domande, infatti, il progetto deve essere “chiuso” sotto tutti punti di vista.
Dato che spesso i tempi di apertura del bando sono veramente brevi, è sconsigliato ripensare al progetto durante la fase di inoltro delle domanda.

 

3 – Scegliere bene a chi affidarsi.

Come abbiamo già spiegato in un altro articolo, per muoversi bene nella finanza agevolata, occorre esperienza.
Sconsigliamo il fai da te, soprattutto nei finanziamenti più complessi, a meno che non si abbiano particolari competenze.
Alcuni bandi richiedono addirittura l’intervento di specialisti. Per questo, non sempre é saggio improvvisarsi esperti.
Meglio invece affiancarsi a chi a una vera esperienza nel settore dei finanziamenti agevolati.

 

In conclusione, il consiglio finale che ci sentiamo di dare è che per lo stesso progetto possono esistere anche più canali di finanziamento.
Per questo è opportuno valutare tutti gli elementi che compongono l’idea assieme al proprio consulente, che può fornire sia indicazioni utili per migliorarlo che per scegliere bene il canale giusto.

Vuoi maggiori informazioni? Entra in contatto