corsi sicurezza sul lavoro

Corsi sicurezza sul lavoro: quali sono?

Uno degli obblighi fondamentali del Datore di lavoro è provvedere alla formazione e informazione di chi opera all’interno della sua azienda, che siano essi soggetti incaricati di svolgere compiti specifici, o semplici lavoratori.

Gli artt. 18 comma 1 lett. l) e l’art. 37 del D. Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 infatti obbligano il Datore di lavoro e il Dirigente a far sì che ciascun lavoratore riceva una formazione sufficiente ed adeguata in materia di sicurezza e di salute, con particolare riferimento al proprio posto di lavoro e alle proprie mansioni.

In realtà l’obbligo formativo riguarda tutti coloro che, in azienda, devono contribuire alla sicurezza sul lavoro:

  • Lavoratori e soggetti equiparati ai sensi dell’art. 2 del D.lgs 81;
  • Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza o RLS;
  • Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione o RSPP;
  • Datore di Lavoro che svolge le funzioni di RSPP ai sensi dell’art. 34 del D.lgs 81;
  • Dirigente per la Sicurezza sul lavoro;
  • Preposto per la Sicurezza sul lavoro;
  • Addetti alla gestione delle emergenze (antincendio e primo soccorso).

Chi utilizza le attrezzature da lavoro, come ad esempio i carrelli elevatori, deve frequentare un corso di formazione per ottenere l’abilitazione all’uso sicuro di questi mezzi.

Per arrivare fino agli stessi docenti formatori i quali hanno precisi obblighi formativi per acquisire le competenze necessarie ad effettuare docenze valide ed efficaci in materia di sicurezza sul lavoro.

Corsi sulla sicurezza sono obbligatori?

I corsi di sicurezza sul lavoro sono quindi lo strumento con il quale i lavoratori e gli altri soggetti del sistema di prevenzione e protezione aziendale possono svolgere in sicurezza i rispettivi compiti e partecipare attivamente alla identificazione, alla riduzione e alla gestione dei rischi.

Non esiste però solo l’obbligo di organizzare i corsi, ma è obbligatoria anche la partecipazione dei lavoratori a detti corsi. 

Questo significa che i lavoratori non possono rifiutarsi di partecipare ai corsi di formazione sulla sicurezza. Ed è un obbligo vale per tutti, anche per i lavoratori atipici e per quelli assunti con contratti a tempo determinato. 

I corsi sulla sicurezza, ai sensi del Decreto Legislativo 81 del 2008, si devono poi tenere in orario di lavoro e senza comportare oneri per i lavoratori. L’intero costo della formazione è quindi a carico del Datore di Lavoro.

Corsi sicurezza sul lavoro: chi deve frequentarli, la durata

Chi deve fare il corsoDurata del corsoAggiornamento previsto
1Datore di Lavoro RSPP16 ore (rischio basso)
32 ore (rischio medio)
48 ore (rischio alto)
Obbligatorio, ogni 5 anni:
6 ore (rischio basso)
10 ore (rischio medio)
14 ore (rischio alto)
2Lavoratori8 ore (rischio basso)
12 ore (rischio medio)
16 ore (rischio alto)
Obbligatorio, ogni 5 anni: 6 ore
+ integrazioni per modifica mansioni, introduzione modifiche al ciclo produttivo
3PrepostoCorso di formazione lavoratori +
8 ore di formazione specifica
Obbligatorio, ogni 5 anni: 6 ore
4Dirigenti16 oreObbligatorio, ogni 5 anni: 6 ore
5RLS32 oreObbligatorio, ogni anno:
4 ore/anno (imprese sup. a 15 dip. e inf. a50 dip.)
8 ore/anno (imprese sup. a 50 dip.)
6Addetto antincendio4 ore (rischio basso incendio)
8 ore (rischio medio incendio)
16 ore (rischio alto incendio)
Ogni 3 anni:
2 ore (rischio basso)
5 ore (rischio medio)
8 ore (rischio alto)
7Addetto primo soccorso16 ore (aziende gruppo A)
12 ore (aziende gruppo B-C)
Obbligatorio, ogni 3 anni:
4 ore (aziende gruppo B-C)
6 ore (aziende gruppo A)
Autore dell'articolo

Maggiori informazioni? Entra in contatto








    I campi contrassegnati con * sono obbligatori.